logo FADIS, Federazione Associazioni dei Docenti per l'Integrazione Scolastica    
[iscriviti a FADISnet]
Il notiziario telematico gratuito dei docenti di sostegno specializzati

    informazioni, archivi

Convegno “Lo spettro autistico ad alto funzionamento: progetti solidali per l'inserimento occupazionale - lavorativo”

Autismo e lavoro: il punto in un convegno internazionale che si svolgerà a Vicenza venerdi' 25 e sabato 26 settembre, riunendo gli esperti del settore.
Comunicato stampa

Venerdì 25 e sabato 26 settembre al Liceo “Quadri”, che si trova al numero 17 di via Giosué Carducci a Vicenza, si svolgerà il convegno “Lo spettro autistico ad alto funzionamento: progetti solidali per l'inserimento occupazionale - lavorativo”.

Organizzato da Angsa Veneto ed Azienda Ospedaliera Integrata di Verona con il sostegno e la collaborazione di un'importante serie di istituzioni e sodalizi, le due giornate di studio hanno l'obiettivo di far conoscere far conoscere l’autismo ad alto funzionamento ed informare i partecipanti sulle implicazioni del disturbo, parlando delle difficoltà ma anche dei punti di forza, di dare informazioni in merito alla legislazione su lavoro e disabilità, di far conoscere esperienze dirette e indirette di persone con autismo ad alto funzionamento raccontate in prima persona da coloro che hanno sperimentato positivamente l’inserimento sociale, coinvolgere le associazioni di industriali, artigiani e commercianti, le diocesi , gli enti locali e la cittadinanza ed offrire la conoscenza delle opportunità di impiego in vari settori alle persone con autismo.

Il convegno, che riunisce alcuni dei massimi esperti internazionali, è nato per promuovere un progetto di inserimento sociale e solidale delle persone con disturbi dello spettro autistico al alto funzionamento, dando ad esse la possibilità di essere occupate in un lavoro vero e proprio. In questo progetto sono stati coinvolti ampi settori sociali, con il fine di sensibilizzare ed incentivare la creazione di percorsi adattati alle persone con autismo ad alto funzionamento. Oltre alla presentazione introduttiva delle diverse tipologie, nel convegno si parlerà anche degli ambiti ed interessi peculiari che possono avere tali persone - quali musica, pittura, poesia, informatica, raccolta e archiviazione dati, lettura e sintesi testi, elaborazioni informatiche – che costituiscono un loro elemento di forza, rimuovendo pregiudizi tuttora esistenti.

L’autismo ad alto funzionamento è meno conosciuto rispetto a quello con basso e medio funzionamento. La diagnosi può essere tardiva per queste persone che non registrano un ritardo cognitivo rilevante. Durante il periodo scolastico hanno generalmente un discreto rendimento e riescono a conseguire il diploma. Hanno maggiori predisposizioni per materie scientifiche e tecniche. Nella vita da adulti non trovano collocazioni che possano stimolare i loro interessi e l’inserimento in Centri Diurni Occupazionali o comunità con persone gravi risulta inadeguato.

I progetti di collocazione lavorativa od occupazionale devono essere accompagnati da una formazione dei datori di lavoro e dei colleghi con una strutturazione degli ambienti per rendere agevole la comprensione dei compiti e per ridurre il più possibile le esperienze frustranti e demotivanti. Queste persone sono consapevoli del loro limite, caratterizzato dall'impossibilità di accedere all'interazione spontanea e adattabile ai vari contesti, di inserirsi nel tessuto sociale attraverso l'attività occupazionale e il lavoro più o meno protetto. Se si rimuovono pregiudizi e si accoglie la persona nel rispetto della sua diversità, l’ambiente stesso diventa stimolo di crescita e valorizzazione della persona.

Questo è il percorso che il convegno di Vicenza intende promuovere. Un convegno che non è fatto solo di interventi teorici ma si propone anche di spiegare in maniera pratica ad imprenditori e possibili datori di lavoro come è possibile occupare persone con disturbi che rientrano nella sfera dell'autismo ad alto funzionamento.

L’evento potrà essere seguito anche in diretta streaming dal sito http://original.livestream.com/liceoquadri

Il progetto è stato realizzato grazie al contributo del Centro Servizio di Volontariato di Vicenza.

Partner del progetto:
Comune di Vicenza, ULSS 6 (Direzione Generale e SNPI), Servizio NPI ULSS 4, Ufficio Scolastico Provinciale e Sportello Provinciale Autismo di Vicenza, Caritas Diocesana Vicentina, Fondazione Brunello ONLUS, Angsa Nazionale ONLUS, Gruppo Asperger ONLUS, Angsa Vicenza, Viviautismo ONLUS, Associazione Industriali di Vicenza, Confartigianato, Confcommercio.

Patrocini:
Regione Veneto, Provincia di Vicenza, AOUI Università di Verona, Fondazione Cattolica Assicurazioni, Banca Popolare di Verona

PARTECIPAZIONE GRATUITA

Gradita l’iscrizione al link QUESTIONARIO DI PARTECIPAZIONE
Programma visibile al link PROGRAMMA
Nota bene: il programma potrà subire variazioni in itinere negli orari e nella presentazione delle relazioni.

Come Raggiungere il Liceo Quadri
all'uscita dalla Stazione ferroviaria si attraversa la strada, la fermata è in Via Roma autobus n.4
http://www.liceoquadri.gov.it/le-informazioni/dove-siamo/
FADIS: Coniugare la ricerca della qualità e della professionalità con la cultura della solidarietà