logo Integrazione Scolastica    
Notiziario telematico gratuito del sito integrazionescolastica.it

    informazioni, archivi

Unione Europea: pari opportunità per gli alunni disabili

Presentiamo la risoluzione del Consiglio dei Ministri dell'Unione Europea adottata il 5 maggio 2003 sulle "pari opportunità per gli alunni e gli studenti disabili nel settore dell'istruzione e della formazione".


[file download]
nome  
134_6risoluzione_consiglio_eu.pdf
formato  
PDF
dimensione  
85Kb
Risoluzione pari opportunità istruzione disabili 05/05/2003[inizia lo scaricamento del file]


RISOLUZIONE DEL CONSIGLIO
del 5 maggio 2003
sulle pari opportunità per gli alunni e gli studenti disabili nel settore dell'istruzione e della formazione


“IL CONSIGLIO DELL’UNIONE EUROPEA,

1.NOTANDO che nell’Unione Europea un numero significativo di persone disabili affronta vari tipi di difficoltà nella vita quotidiana;

2. NOTANDO che il Trattato dà alla Comunità l’opportunità di adottare azioni appropriate per combattere la discriminazione di sesso, di razza o di origine etnica, di religione o credo, di disabilità, età o orientamento sessuale, nel pieno rispetto della sovranità degli Stati Membri per il contenuto delle materie di insegnamento e dell’organizzazione dei sistemi scolastici e della loro diversità culturale e linguistica;

3. RICORDANDO la Decisione del Consiglio del 3 dicembre 2001 di indire per il 2003 l’Anno Europeo delle persone disabili;

4. RICORDANDO anche
- la Risoluzione del Consiglio e dell’incontro con i Ministri dell’istruzione del 31 maggio 1990 riguardo l’integrazione dei bambini e dei giovani disabili nei sistemi scolastici nazionali ordinari;
- la Risoluzione dell’incontro del Consiglio con i Rappresentanti dei Governi degli stati Membri del 20 dicembre 1996 sull’uguaglianza di opportunità per le persone disabili;
- la Comunicazione della Commissione Europea del 2000 – ‘Verso un’Europa senza barriere per le persone disabili;
- la Risoluzione del Parlamento Europeo del 4 aprile 2001 sulla Comunicazione della Commissione ‘Verso un’Europa senza barriere per le persone disabili;
- il dettaglio del programma di lavoro per gli obiettivi dell’Istruzione e dei sistemi formativi in Europa e in particolare l’obiettivo 2.3 sul sostegno alla partecipazione civica attiva e alla coesione sociale;
- la Risoluzione del Consiglio del 6 febbraio 2003 ‘L’accessibilità Internet – migliorare l’accesso delle persone disabili alla conoscenza sociale;

5. NOTANDO che il Regolamento Standard delle Nazioni Unite sull’Uguaglianza di Opportunità per le Persone disabili, adottato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 dicembre 1993 fa specifico riferimento all’art. 6 affermando che ‘Gli Stati riconoscono il principio di uguaglianza di opportunità educativa ai bambini, giovani e adulti disabili, negli ambienti scolastici integrati dalla scuola dell’infanzia al termine della sessione formativa e che ‘dovrà essere posta speciale attenzione alle aree che riguardano i giovani e i bambini nel prescuola e agli adulti disabili, in particolare alle donne;

6. NOTANDO il crescente interesse dei Governi dei gruppi di sostegno, degli insegnanti e dei genitori e in particolare delle organizzazioni delle persone disabili e delle loro famiglie per migliorare l’accesso all’istruzione per i disabili;

7. CONSIDERANDO le iniziative degli Stati Membri e della Comunità per assicurare alle persone disabili un migliore accesso all’istruzione e alla formazione nella prospettiva di un apprendimento per tutto l’arco della vita;

8. NOTANDO, comunque, la necessità di ulteriori, appropriate e praticabili misure per migliorare l’accesso delle persone disabili all’istruzione e alla formazione;

INVITA GLI STATI MEMBRI E LA COMMISSIONE, NEL RISPETTO DELLE LORO RISPETTIVE SFERE DI COMPETENZA, A:

i)incoraggiare e sostenere la piena integrazione dei bambini e dei giovani disabili nella società attraverso un’appropriata istruzione e formazione e a inserirli in sistemi scolastici idonei alle loro necessità;

ii)perseguire l’obiettivo di rendere accessibile un apprendimento per tutto l’arco della vita, all’interno di questo contesto, dando particolare attenzione all’uso delle nuove tecnologie e di internet per migliorare la qualità dell’apprendimento facilitando l’accesso alle risorse e ai servizi e alle possibilità di scambio e collaborazione (e-learning);

iii)rendere accessibili tutti i siti web pubblici che riguardano l’orientamento, l’istruzione e la formazione professionale alle persone disabili nel rispetto delle normative vigenti in materia di accesso ai siti web;

iv)ampliare, dove necessario, i servizi di supporto e di assistenza tecnica per gli alunni e gli studenti con disabilità;

v)offrire ulteriori informazioni e guide per permettere alle persone disabili stesse o, se necessario, ai loro genitori o tutor, di scegliere l’istruzione più appropriata alle loro esigenze formative;

vi)continuare e, se necessario, incentivare la formazione iniziale e in servizio degli insegnanti nell’area della disabilità, con particolare attenzione all’offerta di tecniche pedagogiche e materiali didattici;

vii)promuovere la cooperazione Europea tra attori professionalmente rilevanti, coinvolti nel campo dell’istruzione e della formazione di alunni e giovani disabili, al fine di migliorare l’integrazione degli alunni e degli studenti negli ambienti formativi comuni o differenziati;

viii)recepire e condividere le informazioni e le esperienze in materia di disabilità e istruzione, a livello Europeo, coinvolgendo, in modo appropriato, le organizzazioni e le reti di rilevante esperienza nel settore come la European Agency for Development in Special Needs Education;

ix)fornire, dove necessario, facilitazioni, opportunità formative e risorse economiche per garantire una positiva transizione dalla scuola al mondo del lavoro.”

Per chi vuole approfondire online:

Parlamento Europeo, segnaliamo due importanti risoluzioni adottate in concomitanza con il 2003 anno europeo delle persone con disabilità:
- Progetto di risoluzione del Consiglio del 6 maggio 2003 relativa all'accessibilità alle infrastrutture e attività culturali per le persone con disabilità
- Risoluzione del Consiglio del 15 luglio 2003 relativo alla promozione dell'occupazione e dell'integrazione sociale delle persone con disabilità

EURlex: Il diritto dell'Unione Europea - Gazzetta ufficiale dell'Unione Europea, trattati, legislazione, legislazione in preparazione, giurisprudenza, interrogazioni parlamentari, documenti di pubblico interesse

MIUR: nota prot. 1774-DIP-Segr. del 27 giugno 2003 "cooperazione europea per le pari opportunità delle persone disabili"

European Agency: European Agency for Development in Special Needs Education