logo FADIS, Federazione Associazioni dei Docenti per l'Integrazione Scolastica    
[iscriviti a FADISnet]
Il notiziario telematico gratuito dei docenti di sostegno specializzati

    informazioni, archivi

APISS ER - FADIS: Proposte formative anno scolastico 2003/2004

L’APISS Associazione Professionale Insegnanti Sostegno Specializzati Emilia – Romagna aderente alla FADIS in collaborazione con il Comune di Sassuolo propone per i docenti della provincia di Modena tre corsi di aggiornamento sulle seguenti tematiche: 1) “La pedagogia della gestione mentale al servizio del successo scolastico”; 2) “Scrittura e adolescenza: Sintomi di disagio nella grafia dei preadolescenti e degli adolescenti”; 3) "Il cerchio si chiude: L'apprendimento co-cooperativo nell'approccio sistemico".
APISS ER - FADIS: Proposte formative anno scolastico 2003/2004

1) La pedagogia della gestione mentale al servizio del successo scolastico
Area tematica: metodologie didattiche
Programma
Tra le cause dell'insuccesso scolastico, oltre alla demotivazione allo studio e alle difficoltà o ai ritardi nell' apprendimento, causati dallo svantaggio socio-culturale dell'ambiente di provenienza, da deficit sensoriali od organici, ci sono sicuramente – sovrapponendosi spesso ad esse – quelle di natura strettamene pedagogica come la mancata conoscenza da pare dell'insegnante sia delle proprie abitudini evocative che di quelle dell'alunno.
In generale, le abitudini evocative poggiano su due tipi fondamentali di “supporto”: uno è uditivo ed è rappresentato dalle immagini di suoni e parole “ri-udite” con la mente, l'altro è visivo ed è costituito da immagini “ri-viste” con la mente. Le personali modalità evocative degli alunni (cioè la modalità con cui ciascuno richiama alla mente ciò che ha percepito), dunque, determinano le loro modalità di apprendimento, vale a dire le modalità di attuazione dei gesti mentali dell'attenzione, memorizzazione, comprensione, riflessione e immaginazione. Per scoprire queste differenze personali è opportuno instaurare un DIALOGO PEDAGOGICO che, grazie all'INTROSPEZIONE, porta lo studente alla consapevolezza delle sue abitudini evocative ed alla costruzione del suo PROFILO PEDAGOGICO.
Il PROFILO PEDAGOGICO riporta la “LINGUA PEDAGOGICA MATERNA” dello studente (visiva o uditiva) e i livelli di elaborazione dell'informazione evocata (concreto, simbolico, logico, creativo). Ai fini della prevenzione dell'insuccesso scolastico, dunque, la conoscenza preliminare delle personali modalità di apprendimento di ciascun alunno deve portare gli insegnanti ad adeguare la loro metodologia di lavoro alle singole modalità di percezione, codifica e rielaborazione degli allievi.
Destinatari: insegnanti di scuola elementare, media inferiore, media superiore
Conduttori: Valeria Bocchini, Ermanno Tarracchini
Periodo di svolgimento: novembre/dicembre 2003
Durata: Sei incontri di tre ore ciascuno
Sede: Sassuolo (Mo) Via Rocca, 22
Contributo di partecipazione: da definire
Per informazioni: Comune di Sassuolo (Modena)
Leda Boccedi 0536 1844717

2) Scrittura e adolescenza: Sintomi di disagio nella grafia dei preadolescenti e degli adolescenti
Area tematica: prevenzione del disagio
Programma
Il corso intende presentare i risultati di lunghi e documentati lavori di ricerca svolti da grafologi italiani e stranieri con i quali sono stati individuati dei “segnali di allarme” nella grafia dei preadolescenti e degli adolescenti. Partendo dalla definizione di una “norma” nell'evoluzione della grafia, si giungerà alla individuazione di particolari indici che si configurano come spie di sofferenza del ragazzo. Questo corso si propone di avvicinare chi si occupa di educazione ad uno strumento di osservazione che permette di prendere coscienza dell'insorgenza di un disagio e di orientare, di conseguenza, la propria azione pedagogico-educativa.
Destinatari: insegnanti di scuola elementare, media inferiore, media superiore, educatori, genitori.
Conduttore: Maria Assunta Barbieri
Periodo di svolgimento: ottobre/novembre 2003
Durata: 3 incontri da 3 ore ciascuno
Sede: Sassuolo (Mo) Via Rocca, 22
Contributo di partecipazione: da definire
Per informazioni: Comune di Sassuolo (Modena)
Leda Boccedi 0536 1844717

3) Il cerchio si chiude: L'apprendimento co-cooperativo nell'approccio sistemico
Area tematica: stili di relazione
Programma
L'apprendimento co-cooperativo presuppone un modello di apprendimento sostanzialmente non evolutivo, ovvero una concezione nuova che vede i bambini come “sistemi” che apprendono ad apprendere attraverso esperienze in contesti. L'apprendimento allora definito come percorso strategico, consente di acquisire un “saper fare” per ri-conoscere “non soltanto ciò che in modo virtuale era già noto, ma piuttosto ricongiungendo il riconoscimento con la scoperta”.
Il corso è organizzato in collaborazione con “Il Girotondo” (nido d'infanzia)
Destinatari: insegnanti/educatori di asilo nido, scuola per l'infanzia, scuola elementare/media inferiore/media superiore.
Conduttore: dott. Matteo Lei dello Studio Arcade di Parma
Periodo di svolgimento: ottobre/novembre 2003 e gennaio/febbraio 2004
Durata: 8 incontri da 2 ore ciascuno (orario serale)
Sede: Sassuolo (Mo) Via Rocca, 22
Contributo di partecipazione: da definire
Informazioni e iscrizioni: “Il Girotondo s.n.c.” Nido d'Infanzia, Via Radici in Piano, 327 – 41049 Sassuolo (Mo) tel. 0536/804359 (chiedere di Camilla Moretti o Angela Piccinini)
FADIS: Coniugare la ricerca della qualità e della professionalità con la cultura della solidarietà