logo FADIS, Federazione Associazioni dei Docenti per l'Integrazione Scolastica    
[iscriviti a FADISnet]
Il notiziario telematico gratuito dei docenti di sostegno specializzati

    informazioni, archivi

MIUR 08/09/2009 Atto di indirizzo Scuola dell’Infanzia e Primo Ciclo di Istruzione

E' stato emanato dal Ministro Mariastella Gelmini l'Atto di indirizzo recante i criteri generali necessari ad armonizzare gli assetti pedagogici, didattici ed organizzativi con gli obiettivi previsti dal regolamento dedicato alla Scuola dell’Infanzia e al Primo Ciclo di Istruzione (D.P.R. del 20 marzo 2009 n. 89). L'atto di indirizzo ribadisce la necessità di porre la "massima attenzione all'inclusione" degli alunni con disabilità e agli stranieri.


[file download]
nome  
atto_di_indirizzo_8_settembre_2009.pdf
formato  
PDF
dimensione  
119Kb
MIUR 08/09/2009 Atto di indirizzo[inizia lo scaricamento del file]


Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
ATTO DI INDIRIZZO

(...)
PREMESSA
1. L’autonomia delle istituzioni scolastiche: un quadro di riferimento irrinunciabile

(...)

1.3 La massima attenzione all’inclusione
La scuola è luogo di apprendimento e, insieme, di costruzione dell’identità personale, civile e sociale. Questo significa mettere ciascuno in condizione di raggiungere la piena realizzazione di sé e l’acquisizione della cultura e dei valori necessari per vivere da cittadini responsabili. Nessuno – questo è l’obiettivo - deve rimanere indietro, nessuno deve sentirsi escluso.
In tale ottica si ritengono prioritari:

a) L’impegno per la persona con disabilità. Un’attenzione particolare va riservata agli alunni con disabilità. La scuola è infatti chiamata ad attivare interventi personalizzati, che esigono specifiche competenze professionali, in una logica di interazione con i servizi del territorio. In questo modo la scuola diventa anche risorsa formativa e mezzo di sensibilizzazione delle realtà locali per farvi crescere la cultura dell'inclusione.

b) Gli interventi intensivi nei confronti degli stranieri – specie ma non solo verso quelli di recente immigrazione -, la loro accoglienza e il loro equilibrato inserimento a scuola. La presenza di questi alunni nelle scuole del nostro Paese è un dato ormai strutturale e coinvolge in modo rilevante la scuola dell’infanzia e il primo ciclo, sia nelle grandi città sia nei piccoli centri. Soprattutto agli alunni stranieri di recente immigrazione, e cioè con cittadinanza non italiana e non italofoni, occorre assicurare – nel contesto di una dimensione laicamente aperta alle istanze interculturali - una adeguata conoscenza della nostra lingua e delle nostre regole di convivenza civile, in modo da favorire l’apprendimento e da garantire un inserimento consapevole ed equilibrato nella comunità scolastica e in quella
territoriale.
(...)

Roma, 8 settembre 2009
IL MINISTRO
f.to Mariastella Gelmini

Fonte:
MIUR: Scuola dell’Infanzia e Primo Ciclo di Istruzione
Atto di indirizzo del Ministro Mariastella Gelmini recante i criteri generali necessari ad armonizzare gli assetti pedagogici, didattici ed organizzativi con gli obiettivi previsti dal regolamento emanato con D.P.R. del 20 marzo 2009 n. 89 (Inviato agli Organi di Controllo per il visto e la registrazione)

l’Atto di indirizzo 8 settembre 2009, recante i criteri generali necessari ad armonizzare gli assetti pedagogici, didattici ed organizzativi con gli obiettivi previsti dal regolamento emanato con D.P.R. del 20 marzo 2009 n. 89, è stato registrato dalla Corte dei Conti il 15 ottobre 2009 – Reg. 6, Foglio 123. (Nota prot.n. 11320 del 9 novembre 2009)
FADIS: Coniugare la ricerca della qualità e della professionalità con la cultura della solidarietà